Tennis: gli «Internazionali» pronti a ripartire in Castello

Dopo due anni di sosta forzata il Tennis Forza e Costanza 1911 è pronto ad ospitare nuovamente nella sua sede in Castello le tenniste più forti del circuito mondiale, con la tredicesima edizione degli Internazionali femminili. La rassegna è in programma dal 29 maggio al 5 giugno, durante la seconda settimana del Roland Garros, proprio come negli ultimi anni. Non cambia anche il montepremi, che resta di 60.000 dollari, e mette l’evento, a livello nazionale, dietro soltanto a Roma e a Palermo.

Nata nel 2008, questa manifestazione è cresciuta in maniera costante fino a diventare un appuntamento fisso per gli appassionati bresciani e una vetrina riconosciuta in tutto il mondo. L’albo d’oro, a tal proposito, è abbastanza eloquente, con Paolini, Kanepi, Sasnovich, Golubic e Schmiedlova, campionesse in Castello, attualmente tra le prime cento della classifica Wta. Senza scordare giocatrici del calibro di Hercoh e Knapp. L’obiettivo, per il momento, è quello di esserci, fatto tutt’altro che scontato dopo una lunga inattività. «Riprendere una tradizione interrotta non è mai facile – afferma il direttore Alberto Paris – per cui siamo orgogliosi di poter riannodare il filo con quanto di buono avevamo creato in tanti anni. Anzi, sono convinto che sarà ancora più emozionante, poichè prima, incosciamente, lo davamo per scontato, ora invece torneremo dopo tanti dubbi e molte difficoltà».

Paris utilizza la metafora del tennista per spiegare cosa significhi riproporre la rassegna. «Quando un atleta ritorna in campo dopo un lungo infortunio non sa bene cosa aspettarsi, ma sicuramente ha tanta voglia di provare sensazioni meravigliose. E noi vogliamo regalare questo alla nostra città e ai suoi abitanti». Bisognerà aspettare ancora qualche settimana per conoscere i nomi delle giocatrici iscritte: considerando l’ottima posizione in calendario, non è da escludere la presenza di qualche tennista di grande valore qualora dovesse essere eliminata prematuramente da Parigi.

Ci si attende molto anche dalle italiane, dopo che Karin Knapp ha spezzato la maledizione e Jasmine Paolini, campionessa in carica, ha preso la rincorsa proprio dal successo del 2019 per ottenere i risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti. Mai come quest’anno, in ogni caso, la sola presenza di Brescia nel panorama tennistico mondiale ha un valore inestimabile: il resto, poi, verrà da sè.