Si può essere attratti sessualmente dai Lego?

Sembrerà incredibile, eppure sì, si può essere presi da passione sessuale perfino per i pupazzetti della Lego. Si chiama agalmatofilia, ed è un disturbo del comportamento sessuale legato agli oggetti inanimati. Agalma era infatti la parola greca per statua.
Anche con statue e robot. Chi ne soffre tende a provare attrazione per gli oggetti, di solito (ma non sempre) per quelli che hanno le sembianze di un corpo umano. Quindi bambole, statue, manichini e perfino, l’ultimo caso a essere stato identificato, gli omini della Lego.
. Ci sono precedenti nell’antichità: Ovidio racconta dell’amore di Pigmalione per la statua da lui plasmata, amore che in virtù della forza poetica poté divenire realtà. Nei tempi moderni l’agalmatofilia fu descritta per la prima volta nel 1877 da Richard von Krafft-Ebing, che in un suo studio descrisse il caso di un giardiniere che, invaghito di una statua della Venere di Milo, venne scoperto mentre tentava di ricchezze con essa un rapporto sessuale. Una perversione analoga ma più recente è l’androidismo, che prevede l’attrazione per androidi e robot..

Rome
nubi sparse
23 ° C
24.2 °
21.3 °
85 %
1.5kmh
40 %
Mer
31 °
Gio
26 °
Ven
24 °
Sab
30 °
Dom
25 °

Ultime Notizie

Notizie Сorrelate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui