Clotet: «Bene la vittoria, ma il Brescia deve crescere»

Da leggere

«La prima partita della stagione è sempre difficile – commenta Pep Clotet dopo la vittoria sul Südtirol -. Specie con una neopromossa. Ci hanno concesso pochi spazi all’inizio della gara. Il risultato ovviamente è positivo, ma c’è ancora tanto da fare. Soprattutto, dobbiamo mostrare più personalità e imporre maggiormente il nostro gioco. Non abbiamo attaccato tanto quanto mi piace, ma quando siamo arrivati vicino alla porta avversaria siamo stati pericolosi». Lezzerini? «Ho visto che stava bene fisicamente e mentalmente. Ho pensato che potesse giocare lui ed è stato bravissimo». Poi, le lodi per la tecnica di Ndoj «e la sua fame di gol, trovato con un tiro superlativo, su punizione». 

 

EMBED [Brescia-Sudtirol: la conferenza post-partita di Mister Clotet]

Il nuovo portiere del Brescia Luca Lezzerini festeggia il rientro in campo dopo un lungo stop per infortunio nel migliore dei modi. «Zero gol subiti e un rigore parato – afferma -: non potevo chiedere di meglio. Avevo studiato i possibili rigoristi, e stavolta è andata bene. Il rapporto con il mio collega Andrenacci? C’è complicità e rispetto. Ci alleniamo al massimo e cerchiamo di dimostrare di poter essere d’aiuto alla squadra». 

EMBED [Brescia-Sudtirol: le parole di Luca Lezzerini nel post partita]

Leandro Greco, tecnico del Südtirol, fa i complimenti ai suoi per il carattere mostrato, specie nella ripresa. «Sapevamo che avremmo cominciato la gara più bassi – afferma -. Il Brescia ha avuto il merito di sbloccare il risultato su calcio piazzato. Non stavamo soffrendo. Traggo in ogni caso segnali tanto positivi». E le rondinelle? «Può fare un campionato competitivo».

Leggi anche

Altri articoli come questo